Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

sabato 4 dicembre 2004

Jazz Cafè: un pezzo di Milano in Riviera

[Il Secolo XIX 4/12/2004]

Louis Armstrong, Duke Ellington, Miles Davis. Sono tutti al Jazz Cafè di Imperia Oneglia, incorniciati e appesi al muro nelle loro foto migliori, scattate durante concerti divenuti leggendari. Paola e Mauro Ferrari, titolari del locale, non nascondono la passione per la musica, anche blues, rock, hip hop, che li porta spesso a ospitare concerti e spettacoli di artisti locali. Milanesi, arrivati a Imperia nel novembre del 1999 in cerca di divertimento e di una buona sistemazione, quando hanno visto che la situazione non era rosea come avevano immaginato, non si sono persi d'animo. Si sono rimboccati le maniche, cercando un posto che facesse al caso loro e, grazie alla segnalazione di un amico che abitava nella via, hanno rilevato il bar Trucchi.

Dopo il consueto periodo di affiancamento, Paola e Mauro hanno cercato di dare la loro impronta al locale rinnovandolo e rendendolo piú caldo e accogliente. Il Jazz Cafè nasce nel febbraio del 2000, con le pareti arancioni tappezzate di fotografie in bianco e nero (insieme ai jazzisti troviamo Marilyn Monroe, Albert Einstein, i baci piú famosi del mondo), i tavoli e le sedie di legno, il bancone di marmo verde rivestito di mattoni di pietra e la penombra tipica delle taverne.

«Apriamo la mattina alle sette - spiegano. - Cominciamo con le colazioni poi prepariamo i primi aperitivi e, a mezzogiorno, il pranzo.» In cucina c'è la madre Lina, famosa per gli gnocchi di zucca, le crespelle ai funghi e la pasta arrotolata al burro fuso. «Alle diciotto comincia l'happy hour, con l'aperitivo lungo, che siamo stati tra i primi a proporre. Curato nei minimi particolari con tanti vini, stuzzichini a volontà e, quando capita, musica dal vivo.»

Per il terzo anno consecutivo la Guida del Gambero Rosso ha segnalato il Jazz Cafè come uno dei migliori locali d'Italia. «Una grossa soddisfazione - commenta Paola. - Ma anche un impegno con i nostri clienti a lavorare sempre bene.»

Marco Vallarino

Nessun commento: