Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

lunedì 17 gennaio 2005

Stefano Landini e il Querida

[Diano Marina, 16 gennaio 2005]

È tempo di bilanci per il Querida di Diano Marina, il ristorante e discodrink inaugurato lo scorso 16 dicembre nella zona del molo Landini, al posto della vecchia Acqua Salata, uno dei primi discobar aperti in provincia di Imperia. Il proprietario è lo stesso, l'ancora giovane Stefano Landini, che a 32 anni è già un'icona del divertimento rivierasco con una lunga carriera di pierre, art director e gestore di vari locali.

Del vecchio bar non rimane piú nulla, neanche il gigantesco polpo verde appeso sopra il bancone, che allungava i tentacoli fino alle estremità della sala. Al suo posto campeggiano ovunque drappi bianchi, tra le sedie e i tavoli di legno lucido della zona ristorante e i divanetti di stoffa rossa destinati al dopocena, poco lontano dal bar dove si può anche prendere un aperitivo.

«Un locale elegante e completo» spiega Landini, «destinato a un pubblico piú adulto rispetto a prima, dove è possibile trascorrere un'intera serata, cenando, dalle 21, e poi ascoltando musica dal vivo o ballando i pezzi che propone il dj. Abbiamo menu di carne, pesce e anche misti, con un'ampia scelta di vini. Spero che questo primo mese sia servito a far conoscere (e apprezzare, magari) il locale alla gente. Finito il "rodaggio", proporremo serate a tema, con menu spagnoli, cubani, messicani. E poi concerti e dj set, com'era già nello stile dell'Acqua Salata, dove hanno suonato anche il chitarrista Ricky Portera e i dj Roberto Carbonero e Lorenzo LSP. Purtroppo troppi locali hanno chiuso in questi anni, la crisi c'è e si sente, la gente esce sempre meno, ma noi siamo convinti delle nostre possibilità e continueremo a "dare una mano" a chi vuole ancora divertirsi.»

Marco Vallarino

Nessun commento: