Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

venerdì 4 febbraio 2005

Aeon una passione per il rock

[Il Secolo XIX 4/02/2005]

Queen, U2, Police, Deep Purple, Free, Cult, Credence, Red Hot Chili Peppers, Maroon 5 e poi Ligabue e le Vibrazioni. Gli Aeon sono sulla scena da poco piú di un anno, ma hanno già un repertorio di tutto rispetto. E sicuramente non si risparmieranno al concerto di sabato sera al pub Saint Germain di Imperia Oneglia, organizzato per festeggiare il primo anno di vita della nuova gestione del locale.

«Sarà anche un po' il nostro compleanno» spiega il chitarrista Fabrizio Civico, imperiese di 26 anni «visto che abbiamo cominciato a suonare piú o meno un anno fa e proprio al Saint Germain. Da allora ci siamo esibiti in vari locali, tra cui gli storici Ferro Carril, Piper, Pinta e Porteghetto.»

Giovedí 10 invece gli Aeon saranno al Winston Churchill di Caramagna, venerdí 11 alla Pinta di San Bartolomeo.

«Ci piace suonare in giro perché ci facciamo sempre dei nuovi amici. E poi è bello vedere la gente che balla sui tavoli al ritmo della nostra musica. Il cantante Daniele Carboni è molto preparato, ha una voce ben impostata ed è bravissimo a coinvolgere il pubblico. Ha 28 anni, vive a Albenga, dove lavora in un albergo, e va matto per i Queen e gli U2. Giovanni Nocera, 34 anni, fa il cartongessista ma è anche un batterista preciso e attento alle dinamiche della musica, con una predilezione per il sound di Pink Floyd, Vasco Rossi e Police. Beppe Piccardo ha 25 anni, è un mago dell'elettronica e non si separa mai dal suo basso a 5 corde. Ettore Di Marco, 40 anni, tastierista, è con noi solo da due mesi, ma suona alla perfezione ogni singolo pezzo dei Deep Purple. A me invece piace suonare il rock sanguigno di Acdc, Boston, Guns & Roses, Led Zeppellin, ma non dimentico le lezioni blues del mio maestro Peo Gandini. In effetti abbiamo gusti un po' diversi e forse è per questo che il nostro repertorio spazia dagli anni 70 agli anni 80 e 90. Ma ci uniscono la passione per la musica e la voglia di sfondare. Sacrifichiamo volentieri il tempo libero per suonare. Ogni mercoledí sera ci riuniamo per provare e discutere dei prossimi concerti. Cominciamo alle nove e a volte andiamo avanti fino a notte fonda. Come tutti i gruppi esordienti facciamo quasi solo cover, perché è quello che ci chiedono i proprietari dei locali e che la gente vuole sentire. Il nostro cavallo di battaglia è il brutale "Tie your mother down" dei Queen. Facciamo anche una canzone spagnola "Entre dos tierras" degli Eroi del silenzio, gli epigoni ispanici dei Litfiba. Ma stiamo lavorando a dei pezzi nostri e speriamo di avere presto il materiale per pubblicare un album. Intanto il nostro primo brano "Viaggio immobile" si è classificato secondo all'ultima edizione del concorso Note Giovani.»

«Siamo contenti di festeggiare con gli Aeon» dicono Jessica e Piergiorgio Pasquino del Saint Germain. «Tutti i sabati abbiamo un gruppo che suona, ma stavolta insieme alle birre e ai cocktail ci saranno anche la torta e lo spumante. È giusto che i nostri clienti brindino con noi. Apriremo come sempre alle 18, per l'aperitivo, poi alle 22,30 daremo il via ai festeggiamenti.»

Marco Vallarino

Nessun commento: