Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

mercoledì 16 febbraio 2005

La Playstation entra in discoteca

[Il Secolo XIX 16/02/2005]

Quattro salti in discoteca e una partita alla Playstation, magari prima di partire per la settimana bianca. È quello che hanno fatto i ragazzi che domenica sera sono andati a ballare (e non solo) al Sortilegio di Diano Marina, a una delle tre feste delle scuole organizzate nello scorso weekend.

Dopo il party con dj set di sabato al Querida di Diano Marina e insieme alla Ninfa Egeria di Sanremo (che ha proposto un party studentesco di Carnevale), il Sortilegio ha accolto gli studenti di vari istituti della provincia offrendo, oltre alla musica dei dj Alex Mag e Robertino, la possibilità di partecipare - gratuitamente - a ben due tornei di Playstation, organizzati dal negozio DVD Point di via Trento a Imperia, nel privé del locale.

In palio una console Playstation, il dvd di un gioco e vari gadget, offerti anche dal polo tecnologico Gold Mediastore di via De Sonnaz.

«È la prima volta che organizziamo un torneo in discoteca» confessa Andrea Grippa, titolare del negozio, «ma visto il successo ottenuto, credo che ne faremo presto un altro.»

Già dall'apertura del locale i ragazzi si sono accalcati nella saletta dov'era installata la console, per iscriversi ai tornei e fare le prime partite di riscaldamento, tanto che per lunghi tratti della serata la pista è stata mezza vuota. «Un bel problema» ammette Alex Mag. «In discoteca si dovrebbe venire per ballare, non per giocare. L'importante comunque è che i ragazzi si divertano.»

Master Fader, al secolo Paolo Pierani, a capo dell'organizzazione Energy People con Alex Mag, commenta: «Sono contento per il buon successo della serata, eravamo sicuri che l'idea del torneo sarebbe piaciuta e ringrazio il Sortilegio per averci ospitato.»

«Sono quindici anni che organizziamo feste delle scuole e sempre con soddisfazione» risponde Claudio Lanza, titolare del locale con Pino Crisonà. «Ma il nostro è un locale per tutte le età, al giovedí e al sabato con la musica latino americana facciamo ballare gente piú grande. Al pomeriggio, durante la settimana, abbiamo anche organizzato balli per la terza età. Una cosa che mi fa sempre effetto è vedere gente che veniva a ballare qui vent'anni fa tornare oggi per riportare a casa i figli, come stasera.»

Contenti i ragazzi. «Sfidarsi alla Playstation è un altro modo per conoscere gente nuova e fare amicizia» spiega Davide. «Ma forse sarebbe stato meglio organizzare il torneo domenica prossima, alla fine delle vacanze, cosí avremmo potuto allenarci di piú.»

Trascurate per il torneo, le fidanzate dei campioni si consolano cosí: «Che giochino pure, stasera. Domani è San Valentino e sicuramente staremo insieme.»

Ma tra tanti "intellettuali" la spuntano un idraulico e un autista

Tra i tanti studenti presenti, alla fine sono stati due outsider a vincere i tornei di Playstation organizzati nel corso della serata: un termoidraulico e un autista.

Il termoidraulico si chiama Emanuele Gastaldi, ha 18 anni e ha battuto tutti a Pro Evolution Soccer 4, il piú popolare gioco di calcio del momento. «Sono un giocatore saltuario» confessa, «non volevo neanche partecipare, mi ha convinto un amico.»

E ha fatto bene. In finale la sua Inter ha battuto la Juve per 2-1, decisivo un gol di Vieri verso la fine del secondo tempo. «In realtà non sono neanche interista» continua Gastaldi. «Tifo per la Sampdoria e mi dispiace che oggi abbia perso a Livorno. Comunque adesso voglio festeggiare la vittoria nel torneo ballando con gli amici (e le amiche) fino all'alba!»

Emanuele torna a casa con il dvd di un gioco di baseball. Daniele Grippa invece si porta via una console Playstation 2, avendo vinto il torneo di Tekken 4, picchiaduro cult in cui ci si sfida con i campioni di arti marziali. «Sono cresciuto a pane e joystick e questo è il risultato. Quando uso Paul, il mio personaggio preferito, sono quasi imbattibile. Ma è stata dura, c'erano molti giocatori forti, come il mio storico rivale Mirco Capelli e l'amico Maurizio Creazzo.»

Daniele ha 26 anni e lavora come autista per il corriere Sda. «Sono venuto alla festa delle scuole per il torneo, ovviamente, e poi perché se si insegnassero i videogiochi sarei un professore coi fiocchi!»

Marco Vallarino

Nessun commento: