Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

giovedì 26 maggio 2005

Giorno e notte in spiaggia all'A'Frik

[Il Secolo XIX 26/05/2005]

Continua la sarabanda di riaperture dei locali estivi in giro per la Riviera. Oggi tocca all'A'frik, spiaggia, ristorante e afterdinner, in fondo alla spianata dei Peri a Oneglia. Il locale rivelazione della scorsa stagione, famoso per i letti matrimoniali a baldacchino sistemati in riva al mare, si avvarrà anche quest'anno della direzione artistica di Stefano Landini, che a 32 anni è già uno dei nomi storici dell'industria del divertimento in Riviera.

«Apriremo questa sera alle 21» spiega Landini. «Ci sarà un pantagruelico buffet di pesce e carne, insieme alla musica house e r&b dei deejay Stefano Urso e Stefano Pain. La serata proseguirà con lo spazio afterdinner, previsto per ogni giovedí e sabato, in cui sarà possibile ascoltare il dj set e gustarsi i drink preparati da Cristina al cocktail bar. Lo stabilimento balneare sarà aperto da domani, tutti i giorni dalle 8 alle 21. A quell'ora inizieremo a fare ristorante, con la musica e un'ampia selezione di piatti da accompagnare ai nostri vini. Effettueremo il servizio al tavolo, con il coperto, e chi vuole poi potrà rilassarsi su uno dei letti a baldacchino, sulla pedana di legno del molo. Insomma, quello che offriamo è una sinergia di piaceri, che unirà la bellezza del paesaggio al comfort, alla buona musica e alla qualità del cibo e del vino. Crediamo sia utile a combattere lo stress e a… godersi la vita.»

Come altri locali, anche l'A'frik quest'anno ha modificato gli orari di apertura. «Per venire incontro alle esigenze di chi lavora, abbiamo deciso di iniziare prima per finire presto» prosegue Landini. «Chiuderemo al massimo alle 2, con l'afterdinner, ma questo non ci impedirà di organizzare eventi come concerti e ospitate di deejay. Tornerà sicuramente a trovarci Paolo "De Angelo" Parpaglione, sassofonista degli Africa Unite, un vecchio amico che già l'anno scorso fu protagonista di una grande serata. Ogni venerdí e sabato, dalle 19, proporremo l'aperitivo lungo con un'ampia scelta di vini e cocktail guarniti da stuzzichini.»

«La cucina sarà legata al mare, per ovvi motivi» afferma Alessandro, cuoco dell'A'frik. «Comunque non mancheremo di presentare una vasta scelta di piatti di carne e pesce. Per ogni momento della cena, dagli antipasti al primo, dal secondo al dolce, avremo almeno sei proposte e affiancheremo ai quattro piatti piú semplici e tradizionali, come gli spaghetti allo scoglio, due ricette piú ricercate e particolari. Dalla metà di giugno serviremo da mangiare anche a pranzo, con due primi e due secondi, tra piatti freddi, paste e insalate.»

«Presto proporremo anche cene a tema» riprende Landini, che già nella passata stagione al ristorante Querida di Diano Marina si era divertito a organizzare serate spagnole, cubane e messicane, con chopiti di tequila per tutti. «Chi mi conosce poi sa che ho sempre avuto un occhio di riguardo per la musica house. È presto per fare nomi, ma le sorprese non mancheranno, di notte come di giorno.»

Pare quindi che quest'estate in Riviera sarà un'ostrica destinata a contenere molte perle. I proprietari dell'A'frik, Lele, Marco e Max, stanno lavorando sodo perché giovedí sera alle 21 sia tutto a posto.

«Adesso siamo ancora sottosopra» ammette Lele. «Ma all'A'frik tutto è possibile e giovedí saremo prontissimi a iniziare una grande stagione.»

Marco Vallarino

Nessun commento: