Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

giovedì 16 febbraio 2006

Gente della Notte 13 - Layla e le Monelle

[News Liguria Magazine 16/02/2006]

Dopo tante puntate dedicate a direttori artistici, pierre, deejay e animatori di sesso maschile, questa settimana Gente della Notte si tinge di rosa occupandosi delle Monelle, il gruppo di ragazze belle e brave in forza alla discoteca Alporto di Alassio e al pub Mata Mua di Andora. Attive da circa due anni, le Monelle hanno il duplice compito di promuovere e animare gli eventi proposti dai locali, in modo decisamente piú rappresentativo e creativo rispetto ai soliti pierre.

«È un lavoro che facciamo con tantissima passione - assicura la ventiseienne coordinatrice del gruppo, Layla Kalezia Meneghini, laureata in scienze della formazione. - Ognuna di noi ha la curiosità tipicamente irriverente, ma priva di colpa dei bambini, che ci permette di avere sempre il sole nel cuore, oltre che il sorriso sulle labbra. Frequenta i tuoi incontri: è questo il consiglio che diamo a chi viene alle nostre feste. Perché aspettare il weekend per uscire? L'evento MusicFood, che proponiamo al martedí al pub Mata Mua e al giovedí alla discoteca Alporto dalle 20,30 in poi con il buffet di piatti caldi e freddi, dolci e salati e l'happy sound dei nostri deejay, è una serata elegante ma anche intrigante e frizzante, dedicata al pubblico adulto che, pur non volendo fare tardi perché la mattina dopo lavora, ha sempre voglia di divertirsi e conoscere gente. Poi c'è il weekend, con le tre serate al Porto, tutte diverse ma ugualmente curate.»

Le Monelle fanno quindi gioco di squadra con i locali per cui lavorano. Attualmente sono circa una decina, divise per città per poter meglio gestire il lavoro di distribuzione dei flyer, con un'età che varia dai 18 ai 30 anni e… una gran voglia di fare tardi la sera!

«La discoteca è il posto dove sto meglio e in cui sono piú integralmente me stessa - prosegue Layla, sempre sorridente. - Ci vado anche quando non lavoro, una volta mi piaceva ballare sul cubo, adesso invece preferisco stare in mezzo alla gente, per sentire che cosa ha da dire. Al giovedí, a un certo punto della serata, recito pure una poesia. Credo che aiuti a creare armonia, aprendo porte che magari altrimenti rimarrebbero chiuse. E comunque piace molto alle donne. Al venerdí invece, insieme alle altre Monelle, mi occupo dell'Officina dei Sogni, l'evento proposto nel privé del locale, in cui è assai facile conoscere gente nuova proprio grazie al nostro incessante lavoro di pubbliche relazioni, che porta spesso a contatto tavoli e compagnie diverse. Abbiamo anche un look differente per ogni serata, che al sabato diventa ovviamente piú classico, mentre alla domenica, in occasione del Trans Fashion Show di Danilo Visconti, anche noi osiamo di piú. Ci piace essere sempre perfettamente integrate con l'ambiente, per essere i colori dell'arcobaleno destinato a rendere piú bella e variopinta ogni serata.»

Marco Vallarino

Nessun commento: