Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

giovedì 2 marzo 2006

Gente della Notte 14 - Pippo Manduca

[News Liguria Magazine 2/03/2006]

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare del Chikito! Questa settimana Gente della Notte vi offre una puntata storica, con l'epopea di Pippo Manduca, proprietario del mitico locale di San Bartolomeo, attualmente noto come Barock Cafè, che da quasi quarant'anni è uno dei punti di riferimento dei nottambuli della Riviera.

«Abbiamo aperto nel 1969 - racconta Pippo, che per diverso tempo ha gestito il locale insieme al fratello Angelo. - Allora non c'era neanche una ditta che producesse luci per discoteca. La voglia di ballare però era tantissima e, anche nella pizzeria che avevamo prima di prendere il Chikito, si aspettava solo di finire di mangiare per sgomberare la sala, accendere il juke box e fare quattro salti. Anche il cabaret andava molto di moda e ricordo ancora quando un impresario di Genova mi propose un comico che secondo lui avrebbe fatto strada. Si chiamava Beppe Grillo e costava anche poco, ma purtroppo non lo presi perché allora non credevo fosse abbastanza famoso per portare gente nel locale.»

Il primo vero boom della discoteca arriva però nella seconda metà degli anni 70, con il film La febbre del sabato sera. «Tony Manero fu un testimonial eccezionale per noi - ammette Pippo Manduca - ma anche negli anni 80 lavorammo bene, grazie al successo dei comici lanciati da Drive In, che erano spesso nostri ospiti. Venivano volentieri perché sapevano che il pubblico del Chikito era tra i piú gentili e ospitali d'Italia. Iacchetti e Vastano hanno cominciato a fare serate nei locali proprio qui da noi e c'è stato un inverno in cui Giorgio Faletti è venuto ben tre volte, riempiendo sempre a tappo il locale. Abbiamo avuto pure Ezio Greggio, Gaspare e Zuzzurro, Gigi e Andrea, mentre, nell'era della disco music, la consolle era affidata all'asso veneziano Rudy Cavarra.»

Anche i matinée, le domeniche pomeriggio per i giovanissimi, spopolavano con i dj Alex Mag e Marco Ferri e i tanti giochi che si facevano allora. Nel 1994 il Chikito subisce una piccola opera di ristrutturazione e riapre come King's, puntando sulla musica commerciale con gli ospiti di Match Music e Radio Deejay. «Siamo stati i primi in Riviera a avere Amadeus, Albertino, Fargetta, Isa B» assicura Pippo «e grazie anche a una gestione oculata e pulita siamo rimasti in ottimi rapporti con tutti.»

Nel 1998 l'ultima trasformazione, con la nascita del Barock Cafè, uno dei primi discobar della Riviera. Una struttura elegante e funzionale, con tanto di saletta per fumatori, che con la happy music di Rudy Mas è spesso teatro di incontri interessanti, grazie al gioco dei messaggini, lanciato da Pippo per aiutare i single a conoscersi senza l'imbarazzo dell'approccio diretto.

L'ultima novità è la serata Dance Buffet del venerdí, in cui dalle 20,30 si mangia, si beve, si gioca e si balla pagando solo il drink. L'avventura insomma continua, in una storia infinita come la passione di Pippo Manduca per il mondo della notte.

Marco Vallarino

Nessun commento: