Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

venerdì 6 ottobre 2006

Gente della Notte 26 - Gigi D'Agostino

[News Liguria Magazine 6/10/2006]

Ecco un'altra puntata coi fiocchi di Gente della Notte, la rubrica dedicata ai protagonisti delle più belle serate organizzate nei locali della Riviera. Tocca infatti a Gigi D'Agostino finire sotto i nostri riflettori. Il noto deejay e produttore torinese, che nel 1999 è stato premiato come "artista rappresentante l'Italia nel mondo", è tornato proprio lo scorso weekend a suonare nel ponente ligure, al DiscoDisco Music Club di Vado Ligure nel nuovo evento organizzato da Franco Mura col suo staff Moving Fashion.

Gigi D'Agostino è dunque un altro superospite che, come i colleghi Coccoluto, Farfa, Ralf e Krakatoa, non dimentica di venire a trovare i tanti amici di Savona e Imperia, nonostante gli impegni sempre più numerosi in tutta Italia e oltre. Per buona parte della serata il popolare artista, che da lunedì a sabato conduce la trasmissione "Il cammino di Gigi D'Agostino" alle 18 su Radio M2O, ha offerto il suo set a base di lento violento, il genere musicale da lui stesso inventato con vari album a tema pubblicati in questi anni. Un sound che presenta un'anima piuttosto dark, con toni minimali in alcuni pezzi e un clima piatto, dominato da una cassa penetrante e in diversi casi da melodie molto cattive.

I successi di Gigidag - così lo chiamano i tantissimi fan - come produttore sono comunque innumerevoli. Prima, a metà degli anni 90, come ispiratore del fenomeno Le Voyage con la nascita dello stile progressivo mediterraneo e i brani "Fly", "Gigi's violin", "Gin lemon", "Sweetly", evocativi, melodici ma sempre ballabili. Poi come re della dance, autore dei tanti riempipista "Elisir", "Bla bla bla", "Your love", oltre che di apprezzati remix di canzoni di U2, Dead or Alive e Madonna.

Gigi D'Agostino è poi molto amato dal pubblico più giovane e scatenato, cioè quello più critico nei confronti della musica, che va in discoteca sopratutto per ballare. Forse è per questo che, anche adesso che è diventato un produttore pluripremiato e famoso in tutto il mondo, Gigi si diletta ancora a girare per le consolle delle arene dance d'Italia. Il rapporto con il pubblico per lui è fondamentale e certamente vedere i ragazzi che ballano i suoi pezzi in pista deve essere sempre una emozione intensa, oltre che il degno coronamento del lavoro di produttore.

Il set al DiscoDisco ha poi concluso una annata particolarmente ricca per quanto riguarda le presenze di Gigidag in Liguria. L'artista torinese si era infatti già esibito nella scorsa primavera al Lido di Laigueglia, al MEP di Sestri Levante, al Vanilla di Genova e alla Compagnia delle Indie di Savona, mentre in estate era tornato alla Baia Salata di Imperia, la mitica arena dance del Prino cui Gigi D'Agostino è sempre stato piuttosto affezionato.

Il prossimo live da queste parti è previsto, sempre a cura dell'amico Franco Mura con Moving Fashion, per la prossima primavera. Ancora top secret il locale. Ma c'è da scommettere che, a tempo debito, i suoi irriducibili fan sapranno benissimo dove trovarlo.

Marco Vallarino

Nessun commento: