Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

venerdì 2 febbraio 2007

Serate medievali ai Secoli Bui di Poiolo

[Il Secolo XIX 2/02/2007]

Sopra San Bartolomeo, nel cuore della Riviera dei Fiori, tra i carruggi e le piazzette del paesino di Poiolo, c’è un posto in cui il tempo sembra essersi fermato. Ai Secoli Bui è il nome del ristorante pizzeria pub e wine bar, aperto nel marzo del 2005 da due giovani dianesi, Emilio Biga e Igor Pescarolo, con una passione in comune per la buona cucina e… le antichità.

«Ci piaceva l’idea di arredare il locale in stile medievale, con panche e tavoli di legno, tende di velluto e lanterne, elmi e armi antiche appesi alle pareti – confessa Biga – Da una parte volevamo distinguerci dagli altri pub e ristoranti, offrendo un’atmosfera che non si trova in centro a Diano Marina. Dall’altra era importante recuperare la storia di questo posto che ha ormai quattrocento anni di vita. Una volta qui c’era un frantoio e prima ancora una stalla. I muri in pietra e il soffitto a volta sono ancora quelli di allora e io, come il resto del personale, servo ai tavoli indossando una tunica da oste medievale.»

All’inizio del suggestivo vico delle Fate, il ristorante Ai Secoli Bui non offre però soltanto un arredamento assolutamente a tema e qualche romanzo e fumetto fantasy da sfogliare tra una teglia di farinata e una pinta di birra. Dall’inizio dell’anno infatti il locale, aperto tutti i giorni dalle 19 alle 2 tranne il martedì, organizza una volta al mese delle vere e proprie cene medievali portando in tavola, al posto delle specialità del momento, gli autentici “servizi” che venivano proposti all’epoca.

«Già a dicembre avevamo ospitato un banchetto con tipiche pietanze medievali, presentando come piatto forte i Civeri con Lepore, ovvero un umido di carne di lepre con cipolle e vino – prosegue Biga, che organizza spesso nel locale tornei di giochi di ruolo – Il 5 gennaio abbiamo lanciato il primo Mesievale, articolando il menu nei caratteristici servizi secondo l’ordine dell’epoca. Siamo partiti con frutta fresca e vino e, passando per le zuppe, siamo arrivati a servire il maialino da latte arrostito e le frittelle dell’imperatore con vino ipocrasso e speziato. Il prossimo Mesievale è previsto per venerdì 3 febbraio e sarà impreziosito dallo spettacolo di un gruppo di appassionati che nella piazzetta antistante la locanda porterà in scena un combattimento con spade infuocate.»

Nell’attesa si potranno assaggiare la farinata, i crostoni, i piatti di carne e di pesce, le zuppe e le pizze, anche queste con nomi particolari come Pizza delle Fate, dell’Arciere, del Giullare e ingredienti tutti da scoprire. Prenotazioni e info al numero 338 7951331.

Marco Vallarino

Nessun commento: