Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

venerdì 9 marzo 2007

Gente della Notte 39 – Sabrina Buccella

[News Liguria Magazine 9/02/2007]

Questa settimana nel cielo di Gente della Notte splende la stella di Sabrina Buccella. La rubrica dedicata alle storie dei personaggi dei locali della Riviera porta alla ribalta la venticinquenne driver imperiese, al lavoro dal maggio del 2006 alla discoteca La Suerte di Laigueglia.

«La festa Dinner-Dance del martedì, con il buffet di piatti a tema e l’happy music di Fabietto Cattaneo e Rudy Mas è decisamente una delle serate migliori della stagione – assicura la ragazza, laureata in scienze giuridiche e impegnata come tutor all’università di Imperia – D’inverno la Suerte, con la struttura coperta e riscaldata installata al piano della piscina, è ormai considerata una valida alternativa ai soliti locali invernali, d’estate poi è un appuntamento imprescindibile anche per i tanti turisti in vacanza in Riviera. Una cosa che piace molto al nostro pubblico adulto e modaiolo è fare le foto in giro per il locale, da scaricare poi sul sito www.lasuerte.it e tenere come ricordo della serata. A volte, come a Capodanno, mi è capitato di farne anche più di 150, ma di solito mi fermo intorno ai 50 scatti.»

Durante la serata Sabrina Buccella ha anche il compito di accompagnare la gente ai tavoli, mentre fuori dal locale è molto attiva come pierre. «Fino a qualche anno fa facevo soprattutto la ragazza immagine, adesso invece preferisco ricoprire un ruolo più tecnico che mi permetta di interagire di più col pubblico della discoteca – prosegue la ragazza che ha lavorato pure al Querida di Diano Marina – Comunque per eventi particolari torno volentieri a fare la hostess.»

Proprio il mese scorso, domenica 11 febbraio, Sabrina ha avuto l’onore di premiare i vincitori del Trofeo Laigueglia, storica gara di ciclismo dedicata quest’anno a Ivan Gotti. «Mi ha fatto piacere partecipare perché anch’io sono una grande appassionata di questo fantastico sport – rivela la driver, che ha fatto la comparsa nel film di Emilio Audissino “La dolce Eleonora e l’amaro calice”. – Tutte le settimane, appena posso, inforco la bicicletta e vado a pedalare in giro, macinando sempre un gran numero di chilometri. Mi ritengo una buona scalatrice, dotata di una certa resistenza, e mi piace molto anche correre a piedi. Se fossi più brava a nuotare, proverei volentieri a fare il triathlon, ma per il momento mi basta mantenermi in forma!»

Il sogno di Sabrina Buccella in effetti è un altro ancora: «Vorrei terminare gli studi in giurisprudenza (mi mancano sei esami) e poi andare a fare la carriera diplomatica a Bruxelles. Trovo che quello politico sia un mondo affascinante. Ora però mi trovo benissimo a fare la driver in discoteca, perché è il lavoro ideale per riposarmi mentalmente, tra una lezione e l’altra, e stare in un ambiente che mi piace.»

E chissà quante altre volte il flash della macchina fotografica di Sabrina illuminerà la notte della Suerte, insieme al suo immancabile sorriso.

Marco Vallarino

Nessun commento: