Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

venerdì 23 novembre 2007

Il grande ritorno dei World Music Awards a Montecarlo

[News Liguria Magazine 23/11/2007]

Una sensazionale parata di stelle del jet set internazionale ha salutato il ritorno dei World Music Awards a Montecarlo lo scorso 4 novembre. Il prestigioso galà della musica, creato nel 1989 da Marcor International con il patrocinio del Principe Alberto II di Monaco e la collaborazione dell'IFPI, la Federazione Internazionale della Industria Fonografica presieduta da John Kennedy, è stato restituito al suo originale scenario, quello della Costa Azzurra, dopo che le ultime tre edizioni erano andate appannaggio degli Stati Uniti e dell'Inghilterra.

Laura Pausini, Celine Dion, Avril Lavigne, Mika, 50 Cent, Rihanna, Manà, Akon, Patti La Belle e i Nickelback sono soltanto alcuni dei grandi personaggi che hanno preso parte all'evento, destinato a bagnare con una scrosciante pioggia di premi i più popolari artisti del pianeta, campioni di vendite di una industria musicale che, nonostante la crisi provocata dall'avvento della pirateria telematica, continua a dimostrarsi assolutamente florida.

A condurre questa eccezionale serata di intrattenimento stellare è stato il noto attore Julian Mc-Mahon, mattatore di varie seguitissime serie televisive americane e protagonista del successo cinematografico de “I fantastici 4”. Le esibizioni di gruppi e cantanti, premiati e non, sono state ovviamente il piatto forte dell'avvenimento, ma grande attenzione è stata riservata anche ai premi assegnati nel corso del galà.

A festeggiare è stata soprattutto Celine Dion, che ha ricevuto l'ambitissimo Legend Award (in passato andato a Gloria Gaynor, Janet Jackson, Whitney Houston) come riconoscimento del suo successo globale e dello straordinario contributo dato al mondo discografico. Poi sono stati premiati gli artisti che hanno venduto di più nei paesi di appartenenza, come la nostra Laura Pausini, che pochi giorni dopo a Las Vegas ha ottenuto anche il secondo Latin Grammy Award.

Il libanese Mika ha conquistato ben tre premi imponendosi pure a livello mondiale e come migliore esordiente dell'anno. Avril Lavigne, Shaggy e Rihanna sono arrivate a due, mentre a Patti LaBelle è stato consegnato il Legend Award riservato alla musica r&b. Justin Timberlake ha trionfato tra gli artisti americani, Akon tra quelli africani e David Guetta tra i deejay. Gli U2 e i Nightwish sono invece i gruppi che hanno venduto di più tra i musicisti irlandesi e scandinavi.

Ma il galà monegasco non è stato soltanto una parata di stelle del jet set, essendo stato organizzato anche e soprattutto per uno scopo benefico. Grazie ai World Music Awards sono già infatti state costruite diciannove strutture nel mondo, tra scuole, orfanotrofi e ospedali, destinate a ospitare, curare e istruire i bambini e le persone meno fortunate di tutto il mondo. Questa volta gli incassi della serata, girati alla Monaco Aide & Presence Foundation, ovvero la fondazione benefica guidata dal Principe Alberto, contribuiranno alla costruzione di una struttura che darà rifugio, assistenza e una istruzione adeguata ai bambini del Darfur malati di Aids.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: