Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

sabato 8 marzo 2008

Richard Stallman a Savona

[LinfaTv Magazine 2008.03]

La libertà innanzi tutto. Non è il pensiero di un gruppo di esuli o dissidenti politici, bensì quello dei tanti utenti informatici che nel mondo si sono ribellati al monopolio delle multinazionali, iniziando a utilizzare soltanto (o in gran parte) Software Libero che possa essere acquisito, utilizzato, modificato e scambiato senza alcun limite, vincolo o costrizione. Anche nel ponente ligure la comunità dedita a promuovere le attività e i programmi che ruotano intorno a questi principi gode di ottima salute, con due gruppi molto numerosi in provincia di Savona e Imperia.

Proprio quello di Finale Ligure, il Govonis.org, ha avuto l'onore e il piacere di ricevere, alla fine di gennaio, la visita di Richard Matthew Stallman, il programmatore, hacker e filosofo newyorchese noto in tutto il mondo per essere l'ideatore del Copyleft e del concetto di Software Libero, e il creatore del sistema GNU, che abbinato al kernel Linux ha dato vita al fenomeno informatico GNU/Linux. In compagnia di alcuni amici del posto, sostenitori del suo progetto,

RMS ha trascorso una piacevole vacanza nei dintorni di Pietra Ligure, apprezzando molto il paesino di Verezzi ma trovando pure il tempo per fare qualcosa di importante. Grazie ai contatti del Govonis.org, Stallman ha infatti potuto incontrare il presidente della Provincia di Savona, Marco Bertolotto, per incentivare l'utilizzo del software libero da parte delle amministrazioni pubbliche e private. Il risultato è stato che, molto probabilmente, ai primi di maggio RMS tornerà a Savona per condurre alcune conferenze sul tema del Software Libero, alle quali dovrebbero partecipare anche gli studenti dell'università e delle scuole superiori.

Intanto proseguiranno anche questo mese – ogni lunedì sera alle 20.45 alla biblioteca di Finale Ligure – gli eventi organizzati con ingresso gratuito dal team Govonis.org per discutere dei principali pacchetti di Software Libero. Tra i programmi più richiesti del momento, spicca la suite di videoscrittura Open Office, scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale it.openoffice.org e utilizzabile anche sui cosiddetti sistemi operativi proprietari come come MacOs e Windows Vista, che garantisce la possibilità di creare testi, fogli elettronici, database, disegni e molto altro ancora.

Altri eventi molto attesi sono le Install Fest, l'ultima delle quali si è tenuta lo scorso 17 novembre presso la biblioteca Celle Ligure, che permettono ai principianti di installare sui propri computer, con l'aiuto dei ragazzi del Govonis.org, le distribuzioni di software libero GNU/Linux come Mandriva e Debian, liberamente scaricabili dalla Rete e destinate a sostituire in tutto e per tutto i tradizionali sistemi operativi, giudicati troppo restrittivi e costrittivi per poter soddisfare pienamente le esigenze degli utenti.

«Utilizzare software non libero – ha spiegato lo stesso Richard Stallman ai microfoni di LinfaTv – equivale a vivere in una casa in cui non si possono spostare i mobili perché sono inchiodati al pavimento o non si può dare il bianco alle pareti perché è proibito.» Effettivamente non è una bella sensazione non poter essere padroni di fare ciò che si vuole in casa propria e gli utenti GNU/Linux assicurano di fare tutto il possibile per aiutare chi non sa ancora come fare a "spostare i mobili" o "dare il bianco" nella casa del proprio computer, attraverso una costante opera di volontariato tesa a contrastare ogni monopolio e favorire una maggiore predisposizione alla conoscenza delle tecnologie.

Nell'imperiese il movimento del software libero trova invece sbocco nelle iniziative del gruppo Gugli.org che per lo scorso festival di Sanremo, presso la Tenda della Pace, ha anche organizzato alcune manifestazioni dedicate alla promozione e installazione di distribuzioni GNU/Linux.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: