Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

sabato 5 aprile 2008

Italia-Brasile si gioca al Teatro dell'Albero di San Lorenzo

[Il Secolo XIX 5/04/2008]

Una partita di calcio a teatro. Comincerà in maniera decisamente atipica e surreale la nuova stagione di spettacoli dell'Albero di San Lorenzo, ospitata nella sala Beckett del palazzo comunale di via Vignasse. Dopo avere presentato negli anni passati le performance di Alessandro Bergonzoni, Cloris Brosca, Daniele Formica, Paolo Graziosi, Corrado Tedeschi, anche stavolta la variegata rassegna teatrale artisticamente diretta dalla compagnia di Franco La Sacra proporrà esibizioni destinate a emozionare e divertire pure il pubblico più smaliziato. Con sette appuntamenti che, di sabato in sabato, terranno compagnia agli appassionati fino al 31 maggio, la manifestazione dell'Albero in Prosa colmerà in modo egregio il vuoto lasciato dalla conclusione delle stagioni dei teatri più rinomati della zona, come il Cavour e il Dianese.

L'onore e l'onere dell'esordio di stasera alle 21 spetteranno al giovane interprete palermitano Davide Enia che, con l'affiancamento dei musicisti Fabio Finocchio e Giulio Barocchieri, proverà a rievocare le straordinarie imprese calcistiche dell'Italia Mundial di Spagna 82, con il racconto di quella che secondo molti fu la partita decisiva e più incredibile del torneo, Italia-Brasile.

Valevole per la qualificazione alle semifinali, l'incontro lanciò il fenomeno del cannoniere Paolo Rossi a livello internazionale, con la prima tripletta della storia rifilata alla formazione carioca, ma soprattutto divenne memorabile per il finale al cardiopalma, con l'Italia assediata dal Brasile alla disperata ricerca del pareggio che gli avrebbe garantito il passaggio del turno per la migliore differenza reti.

Sul palcoscenico della sala Beckett, il monologo Italia-Brasile 3 a 2, prodotto dalla associazione culturale Santo Rocco & Garrincha, acquisterà poi un sapore ancora più epico con il punto di vista dei tifosi a ingigantire l'impresa e a renderla, in maniera estremamente divertente, quasi surreale. Il costo del biglietto è di 12 euro (7 con la riduzione) e le prenotazioni possono essere effettuate allo 0183 92733 e al 347 7302028.

Sabato prossimo il Teatro dell'Albero proporrà il drammatico “Siamo tutti in pericolo” di Daniele Salvo, ispirato alle “Lettere luterane” di Pasolini, mentre il 17 maggio andrà in scena il nuovo spettacolo della compagnia dello stabile: “M come mostro” diretto da Antonio Carli sull'omonimo irriverente testo di Woody Allen.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: