Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

domenica 8 febbraio 2009

Software Libero per tutti con GNU/Linux

[LinfaTv Magazine 2009.02]

«Mantieni la tua libertà e difendila!» Amano parlare decisamente chiaro i sostenitori del Software Libero sparsi per il Piemonte e la Liguria, che lo scorso 10 gennaio si sono ritrovati al debianCafé di Torino per la quarta edizione del National Translation Gnu/Linux Party. Organizzato dal giovane informatico imperiese Luca Bruno, l'evento ha radunato dalla mattina alla sera decine di esperti e appassionati, in arrivo anche da molto lontano come il matematico pisano Gabriele Stilli.

Gli sviluppatori dei pacchetti di utility e aggiornamenti per le più diffuse distribuzioni di Software Libero si sono incontrati di persona per condividere i progressi raggiunti nello sviluppo dei propri lavori e valutare nuove possibili collaborazioni nelle infaticabili attività di divulgazione dei programmi GNU/Linux a dispetto di quelli proprietari commercializzati dalle grandi aziende del settore.

Una associazione per condividere l'esperienza del Software Libero

«Utilizzare Software Libero, dopo averlo scaricato gratuitamente da Internet o recuperato in edicola nei cd e dvd delle riviste specializzate, non significa soltanto imparare a usare nuovi e più efficaci programmi col computer, ma anche e soprattutto condividere le proprie esperienze e risorse di utente informatico – spiega l'avvocato torinese Marco Ciurcina, attuale presidente della Associazione per il Software Libero, www.softwarelibero.it – Il modo migliore per entrare nel giro consiste proprio nel prendere contatto con la più vicina comunità GNU/Linux e farsi consigliare dagli esperti sul sistema operativo alternativo più adatto alle proprie esigenze.»

Tra i gruppi intervenuti al Translation Party, non mancava l'attivissimo Govonis.org di Finale Ligure, il team di utenti della Riviera delle Palme che lo scorso anno ha ricevuto la visita del guru newyorchese Richard Stallman, famoso nel mondo come fondatore della Free Software Foundation.

DebianCafé un nome una garanzia

Aperto nella primavera del 2007 da Marta Mesa Orensanz e Mauro Griffa e situato nella centralissima via Vanchiglia, a due passi da piazza Vittorio Veneto, il debianCafé è uno dei primi locali in Italia a essere dedicato alla promozione del Software Libero e in particolare alla celebre distribuzione creata da Ian Murdock. Oltre a ospitare concerti e dj set, dispone di una sala informatica in cui si tengono corsi di formazione e viene data assistenza ai principianti dell'utenza Free. Ulteriori informazioni, e il calendario degli eventi, sono disponibili su www.debiancafe.org.

Sempre a Torino si trova anche lo studio informatico Di Nunzio-Di Gregorio, che vanta un altro singolare primato cioè quello di programmare per statuto solo Software Libero, che possa poi essere destinato a un eventuale rilascio pubblico.

Software Libero per tutti i gusti

Attualmente il sistema operativo GNU/Linux più diffuso è Ubuntu, che nel segno della libertà garantisce prestazioni e comodità spesso superiori a quelle fornite da software più blasonati come Windows e Mac OS X. Altre distribuzioni popolari e facili da usare sono Mandriva, Fedora, OpenSUSE che insieme alle più tradizionali Slackware e Debian, al browser Firefox, al client di posta Thunderbird e alla suite di videoscrittura OpenOffice.org stanno aprendo il mercato all'utilizzo sia privato che professionale del Software Libero, per raggiungere il massimo risultato col minimo sforzo in piena libertà.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: