Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

lunedì 23 marzo 2009

Ecco la «pozione magica» che cancella la sbornia

[Il Secolo XIX 23/03/2009]

Un digestivo contro le stragi del sabato sera. Secondo un passaparola sempre più diffuso nelle notti della Riviera, sarebbe in grado di dimezzare il tasso alcolico nel sangue nel giro di tre quarti d’ora, consentendo a chi ha un po' esagerato con i drink di riacquistare lucidità. Il prodotto, a base di estratti naturali, si chiama Security Feel Better, potenzia e facilita la digestione degli alimenti assunti e sta andando letteralmente a ruba nei locali da ballo, dove viene offerto come antidoto ideale al sequestro della patente all'etilometro. Anche se qualcuno lo guarda con sospetto, perché potrebbe indirettamente spingere a bere di più, il digestivo potrebbe, da un parte, risollevare il business del mondo della notte, affossato dal crollo di consumi legato all’aumento dei controlli e, dall'altra, potrebbe soprattutto salvare qualche vita, restituendo a chi ha ecceduto nei brindisi la lucidità necessaria per tornare a casa in auto senza mettere in pericolo la propria incolumità e quella degli altri.

Ma Security Feel Better funziona davvero? I risultati dei primi esperimenti pare siano stati strabilianti, ma Il Secolo XIX ha preferito condurre un test autonomo. Per farlo siamo andati alla discoteca Alporto di Alassio, la prima che ha deciso di promuoverla in Liguria dopo averla scoperta su Internet. Visto il generale timore di essere pizzicati dalle forze dell'ordine in stato di ebbrezza al volante, non è stato difficile far provare il drink a una «cavia», il nostro lettore imperiese Nico D’Amore, e monitorarne gli effetti.

D’Amore, trent’anni, è un imprenditore onegliese che ama andare a ballare la sera e girare per i locali, sconfinando spesso a Savona, Genova o in Costa Azzurra. Si definisce un bevitore più che moderato, ma i controlli sono diventati così severi che, anche con un drink o due, c'è sempre il rischio di incappare in una multa o in qualcosa di peggio. Per verificare l'efficacia della Security Feel Better, offriamo a Nico D’Amore due gin lemon abbastanza robusti, che effettivamente dopo un'ora lo mandano in un evidente stato confusionale. Il primo etilometro, condotto alle due e mezza della mattina, dà come risultato 1.06. Se si mettesse alla guida per tornare a casa, D'Amore sarebbe un pericolo per sé e per gli altri. Se poi fosse fermato dalle forze dell'ordine, andrebbe incontro alla sospensione della patente per un periodo di tempo variabile tra i 6 mesi e 1 anno, a una multa calcolata tra gli 800 e i 3.200 euro e potrebbe addirittura subire l’arresto. Senza contare le conseguenze per chi ha bisogno dell’auto per lavorare (il ritiro della patente, in passato, ha addirittura spinto alcune persone al suicidio).

Con un tasso alcolico così alto, Nico D’Amore dovrebbe aspettare parecchio tempo per scendere sotto il limite consentito di 0.5 e tornare al volante senza rischi. Così gli facciamo bere una Security Feel Better, alle due e quaranta, e alle tre e venti lo sottoponiamo a un nuovo test con l’etilometro: il tasso è precipitato a 0.38, sotto il limite massimo consentito, e la cavia si sente di nuovo pimpante. In quaranta minuti il livello di alcool nel sangue si è più che dimezzato.

«Non so cosa mi sia successo di preciso – racconta D'Amore, dopo aver superato positivamente il secondo etilometro – però mi sento effettivamente meglio e penso che potrei guidare fino a casa senza problemi.» Per curiosità alle tre e quaranta facciamo una terza prova, che dà di nuovo 0.38. Un esito che testimonia – almeno nel suo caso – come il risultato si raggiunga già dopo quaranta minuti e si mantenga inalterato nel periodo successivo.

«La spiegazione sta nel fatto che questo digestivo accelera il metabolismo e permette di smaltire più in fretta l’alcool in corpo – spiega Renzo Lattuada, proprietario della discoteca Alporto – Le nuove leggi sull'alcool sono costate ottantamila posti di lavoro in locali come il mio e in aziende legate alla produzione e alla diffusione di alcolici. Era dunque inevitabile che qualcuno trovasse il modo di aggirare o almeno di lenire la severità dei controlli, permettendo a chi è in difetto di qualche decimo, e non è completamente nel pallone, di recuperare la lucidità necessaria per tornare a casa con i propri mezzi, senza paura.»

Secondo Renzo Lattuada, prima di Pasqua la Security Feel Better sarà in vendita tutte le discoteche della Liguria: «Trattandosi di una bevanda naturale, non ci sono mezzi legali per bloccarne la distribuzione ed è probabile che, quando si spargerà la voce, anche gli altri locali la ordineranno. Noi la vendiamo a cinque euro, promuovendola attraverso i maxi schermi che abbiamo nel locale. Finora l’hanno presa in pochi, ma chi l’ha provata e ha visto i suoi effetti ora viene a ballare molto più tranquillo.»

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: