Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

lunedì 4 maggio 2009

Il Software Libero sbarca alla biblioteca di Finale

[Il Secolo XIX 4/05/09]

Un ponte per la libertà. Il mese di maggio è iniziato in modo speciale per la Biblioteca di Finale Ligure, che gli scorsi giorni ha effettuato lo storico passaggio al Software Libero sui nuovi computer della sua sede presso i Chiostri di Santa Caterina. Una scelta fatta dal direttore Flavio Menardi Noguera durante il rinnovo del parco macchine della struttura, che già da vari anni si propone anche come mediateca con la consultazione e il noleggio di contenuti audio e video in dvd, cd e vhs. In sostanza, da oggi gli utenti della biblioteca utilizzeranno, sui quattro computer offerti al pubblico, il sistema operativo Ubuntu della celebre famiglia GNU/Linux, anziché il tradizionale Windows di Microsoft.

«Un cambio reso possibile dalla collaborazione con il gruppo di esperti informatici Govonis, che nulla toglie ai nostri utenti, ma aggiunge anzi una maggiore libertà e sicurezza – assicura il direttore Menardi Noguera. – Stando ai servizi bibliotecari della Regione siamo i primi in Liguria ad adottare il Software Libero, ma la speranza è che il nostro sia un esempio per altre strutture e amministrazioni.»

In realtà per i frequentatori della Biblioteca cambierà poco, perché i sistemi GNU/Linux si sono avvicinati parecchio alle esigenze degli utenti comuni. I programmi proposti però saranno tutti liberamente scaricabili, copiabili, distribuibili e modificabili, nel rispetto della filosofia del fondatore della Fondazione per il Software Libero, Richard Stallman.

«Proprio Stallman è stato nostro ospite il 25 settembre 2007 per una conferenza sul tema, sottolineando la necessità da parte delle amministrazioni di smarcarsi dai vincoli, non solo economici, imposti dal software proprietario per passare a quello libero, più autonomo e sicuro – prosegue Menardi Noguera. – Tra l'altro già nel 1996 la nostra biblioteca era stata tra le prime in Liguria a offrire il collegamento a Internet e a organizzare corsi di informatica. Nel 2005 è partita la collaborazione con gli esperti di GNU/Linux del Govonis, che ogni lunedì alle 21 si riuniscono da noi per tenere incontri sul Software Libero. L'interesse dei finalesi per i computer è in forte crescita e, per una struttura come la nostra, sarà sempre importante offrire il miglior supporto possibile.»

Scaricabile gratuitamente dal sito www.ubuntu-it.org il sistema operativo scelto dalla mediateca finalese è semplice da installare e utilizzare. Propone programmi liberi già noti al grande pubblico, come il browser di navigazione Firefox (che sostituisce Explorer), il client di posta elettronica Evolution (al quale si può affiancare il più popolare Thunderbird), la suite di videoscrittura OpenOffice.org, il programma di fotoritocco Gimp (epigono di Photoshop) e il riproduttore audio-video Totem. Tutte applicazioni che, grazie alla particolare struttura di GNU/Linux, sono stabili, a prova di virus e largamente personalizzabili, per raggiungere il massimo risultato col minimo sforzo, in piena libertà.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: