Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

domenica 6 settembre 2009

Anche una aspirante giornalista tra le Miss del Muretto

[Il Secolo XIX 6/09/09]

Una giornalista di guerra inviata speciale a Miss Muretto 2009. Non stiamo parlando di una collega che ha sbagliato strada, bensì di una delle miss finaliste, la bellissima Valerie Betz che, dal cuore della provincia imperiese attraverso varie sfilate e concorsi si è fatta strada fino a raggiungere l'appuntamento conclusivo della popolare kermesse alassina. Diciottenne studentessa del liceo linguistico di Sanremo, la Betz ha origini tedesche, essendo nata a Francoforte, ma da ormai tantissimo tempo si è stabilita insieme ai genitori nell'entroterra sanremese, prima a Perinaldo e ora a Dolceacqua.

«L'anno scorso ho avuto il merito e la fortuna di vincere Miss Moac 2008 alla mostra mercato dell'artigianato di Sanremo e questo successo mi ha fatto guadagnare un posto direttamente alle semifinali di Miss Muretto 2009 – racconta Valerie Betz. – Mercoledì e giovedì ho partecipato alle pre-finali presentate da Francesco Fiducia alla Suerte di Laigueglia e qui a Alassio in piazza dei Partigiani. Sono riuscita a passare entrambe le selezioni e ora posso realizzare il sogno di concorrere per la vittoria finale.»

In realtà la grande passione di Valerie Betz sta nella scrittura e nella capacità di ascoltare e raccontare storie. Un hobby che la giovane di Dolceacqua vorrebbe trasformare in lavoro diventando reporter di guerra. «Un'occupazione decisamente impegnativa, ma che mi consentirebbe di realizzare quello che è sempre stato il mio sogno – spiega la Betz. – Intanto mi godo l'esperienza di Miss Muretto. Mi considero una ragazza molto positiva, ottimista, che non riesce mai a stare ferma e che porta tra la gente entusiasmo e voglia di fare. Qui sono venuta da sola, ma se vincessi correrei subito a Dolceacqua a festeggiare coi miei genitori e il mio fidanzato Federico, a cui sicuramente dedicherei la vittoria.»

Gli studi di Valerie Betz sembrano invece destinati a proseguire alla scuola di giornalismo di Berlino oppure al Dams di Milano, per provare ad affermarsi come personaggio di spicco del mondo dell'informazione. «Una giornalista che mi piace molto è Lilli Gruber – conclude la ragazza. – In realtà non mi ritrovo molto nel suo look sofisticato, però penso che sappia fare molto bene il suo lavoro e abbia avuto un successo esemplare, che ovviamente spero con tutto il cuore di emulare, trovando delle belle storie da vivere e raccontare.»

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: