Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

domenica 21 febbraio 2010

Al Music Match re Prinzy batte Fasano e tiene la corona

[Il Secolo XIX 21/02/10]

Si è rivelato più difficile del previsto il match d'esordio di Prinzy al deejay contest delle Grotte di Imperia. La gara che, col patrocinio del Secolo XIX, ogni venerdì mette di fronte gli artisti della consolle più popolari della città, ha visto il detentore del titolo, Emanuele Prinzivalli, battere solo al fotofinish lo sfidante Lois Fasano.

Vincitore dell'edizione 2009 del gioco, il cosiddetto principe del reggae (incoronato re proprio al Music Match) si è imposto sull'alfiere delle sonorità afro balcaniche per 58 voti a 51, conquistando ancora una volta il favore dei grottambuli anche se in maniera tutt'altro che eclatante.

Nell'incontro dei quarti di finale in programma per i primi di aprile, incontrerà il tandem di rockettari Pol & Jordy, in una clamorosa rivincita della finale della passata edizione, in cui Prinzy si era imposto con uno scarto di sole quattro preferenze.

«In molti avrebbero voluto vedere rotolare la testa con la corona, ma Prinzy ancora una volta ce l'ha fatta – racconta il bartender delle Grotte, Vania Lupi. – Lo spoglio dei voti assegnati dai grottambuli ha regalato di nuovo grandi emozioni. Lois Fasano si presentava per la prima volta al Music Match, nelle vesti di matricola oltre che di outsider, più noto come batterista che come deejay. Alla fine però la voglia di novità del pubblico è venuta fuori, rischiando di causare un'altra eliminazione eccellente, dopo quelle di Fabri & Marcelo e dello Slavo degli scorsi venerdì. La gara dei quarti tra Prinzy e Pol & Jordy sarà assolutamente da non perdere, ma anche il prossimo weekend andrà in scena un bel match, molto incerto.»

Il 26 febbraio incroceranno i guantoni, o perlomeno le cuffie, il deejay sanremese Simone Tulipanti (meglio noto come Coach) e il tandem di performer imperiesi formato da Dimitri Nube e Yuri Carrara (Linear & Dimi), che sostituirà l'indisponibile Delacuerva, ritiratosi dal gioco per problemi familiari.

L'incontro sarà di quelli tosti, perché metterà di fronte due scuole di pensiero musicale praticamente opposte, ovvero la vocazione per il rock, la dance e l'happy music a 360 gradi del Coach (che durante il Festival ha animato gli eventi di Casa Sanremo e il 27 sarà protagonista della inaugurazione del Querida) e la ferrea predilezione per il particolare genere “detroit house”, legato ad avveniristiche e più ricercate sonorità di tendenza, degli altri due. Intanto continua a crescere la classifica dei tagliandi del Secolo XIX.

In testa c'è ancora il duo freak beat Black Coffie & Edda Mc, inseguito dallo Slavo (alias Daniele Papone). Presto sarà pubblicata la classifica aggiornata con la mappa del tifo del Music Match e le interviste ai sostenitori (e alle sostenitrici) dei deejay, insieme ai nuovi tagliandi da ritagliare e compilare per partecipare alla estrazione della cena che sarà offerta proprio alle Grotte alla fine del gioco.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: