Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

venerdì 5 marzo 2010

Rock vs elettro nella sfida tra Ivan e Lasa al Music Match

[Il Secolo XIX 5/03/10]

Si profila un autentico scontro generazionale stasera alle Grotte di Imperia nel nuovo incontro del Music Match, la gara che ogni weekend mette di fronte i deejay più popolari della città in sfide all'ultimo disco, combattute a colpi di mix e decise dai voti del pubblico. Un evento organizzato dalla associazione One More Time con il patrocinio del Comune, che Il Secolo XIX segue come media partner, fornendo ai lettori un tagliando per segnalare l'artista preferito e permettergli di conquistare uno spazio prestigioso sulle pagine del giornale.

Questo venerdì, a contendersi il passaggio ai quarti di finale, saranno due artisti molto diversi per età e stile musicale. Da una parte, in rappresentanza della vecchia scuola del rock, ci sarà il quarantaduenne Ivan Voarino, storico deejay del Pop che negli anni 80 e 90 ha contribuito a fare della discoteca di Diano San Pietro un luogo di culto per i fan delle sonorità new wave, dark e ska.

Dall'altra, come esponente della nuova scuola legata alla musica elettronica, ci sarà il ventisettenne Matteo Lavagna (detto Lasa), che nei molteplici ruoli di deejay, produttore e organizzatore di eventi si sta facendo valere in Italia e all'estero. Insieme al bolognese Dario Moroldo, Lasa ha dato vita al fenomeno Peluche, il duo di deejay hard house che a Imperia la scorsa estate ha aperto lo show dei Crookers alla spianata di Oneglia.

Nelle alternative vesti di bassista e seconda voce, è entrato a far parte dei Disco Drive, band milanese che con il suo sound punk e sperimentale ha raggiunto i club di Londra, Parigi, Berlino. Come produttore e remixer ha lavorato con i grandi nomi della musica di tendenza, mentre come direttore artistico ha curato l'uscita della compilation Italo School Vol. 1, dedicata ai nomi nuovi del panorama elettro italiano.

«Ho girato parecchio e lavorato in vari posti, ma Imperia per me ha sempre un grande fascino e torno volentieri a suonarci – dice Lasa. – Per passare il turno del Music Match cercherò di andare incontro alla voglia di ballare della gente. L'elettro è un genere che acchiappa, ma per me il talento del deejay sta nel saper soddisfare i gusti del pubblico, quindi cercherò di tenermi pronto a improvvisare.»

Dal canto suo, Ivan farà affidamento sui tanti amici rockettari che verranno a sentire il suo set. Considerato una leggenda della consolle e recentemente richiamato al Pop per riportare in auge i successi della new wave, Voarino tornerà a mettere Depeche Mode, Cure, Cult, The Smiths, Wall of Voodoo, Simple Minds sugli scudi sperando di fare breccia nel cuore dei grottambuli.

La gara inizierà alle 23, i deejay suoneranno mezz'ora per uno alternandosi alla consolle fino al momento dello spoglio. Per votare basterà compilare il tagliando dato al banco al momento della prima consumazione. Chi prevarrà tra Ivan e Lasa affronterà nei quarti a aprile Coach & Christian, vincitori della sfida di venerdì scorso contro Linear & Dimi.

Il campione del Music Match 2010 riceverà, a primavera inoltrata, un buono di 400 euro da spendere nel negozio di strumenti musicali Music Planet, sponsor dell'iniziativa insieme a Birra Peroni, Vento Forato Tattoo, Scubi Productions. Tra tutti coloro che consegneranno il tagliando del Secolo XIX alle Grotte, sarà invece estratta una cena che verrà offerta dal locale al termine della manifestazione.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: