Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

giovedì 24 novembre 2011

Garabombo festeggia i dieci anni del commercio equo solidale a Imperia

[Il Secolo XIX 24/11/11]

Festeggiamenti in vista per l'associazione Garabombo l'invisibile. Il gruppo di giovani volontari imperiesi si appresta a celebrare, con una serie di eventi che prenderà il via sabato 26, il decennale dell'avvento del commercio equo e solidale nel capoluogo.

Una iniziativa che, grazie all'impegno dei responsabili e alla curiosità della cittadinanza, ha permesso, da una parte, di sostenere a distanza interessanti realtà agricole e artigianali sparse per il mondo e, dall'altra, di portare a Imperia prodotti di indubbio valore culturale a prezzi contenuti.

Inizialmente Garabombo ha aperto la prima bottega, alla fine del 2001, in via Cascione 55. Nel 2006 è nato un secondo punto vendita a Oneglia, in piazza Doria 21. Entrambi offrono prodotti (anche alimentari) in arrivo da Ghana, Argentina, Ecuador, Mali e molti altri paesi, permettendo di gustare le specialità di cucine esotiche e collezionare manufatti particolari.

«In dieci anni di commercio equo solidale a Imperia ci sono stati tanti momenti belli – racconta il volontario Michele Rovere – Ricordo con piacere l'apertura del secondo negozio a Oneglia, che ha certificato l'interesse della città per l'iniziativa, e poi gli incontri con i produttori in giro per il mondo. Adesso ci aspettiamo un po' di gente per Natale, perché il commercio equo solidale dà la possibilità di fare un bel regalo anche a chi ha ne ha davvero bisogno, oltre che ai nostri amici e familiari».

Intanto sabato 26 a Barcheto il centro sociale La Talpa & L'Orologio, partner storico di Garabombo, ospiterà il primo evento dedicato al decennale. Alle 17.30 si terrà un incontro sull'importanza del commercio equo solidale nella crisi, alle 20 una cena con pizze e prodotti bio-equo-locali, alle 22 un concerto di musica folk e rock con gli Egin, popolare band "no Tav" della Val di Susa.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: