Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

martedì 21 agosto 2012

Viaggio nel Medioevo a Finale Ligure

[Il Secolo XIX 21/08/12]

Viaggio nel Medioevo a Finalborgo 2012
Un balzo all'indietro nel tempo di quasi sei secoli sarà compiuto a Finale Ligure a partire da giovedì 23 agosto, per la rievocazione storica Viaggio nel Medioevo nell'antico centro di Finalborgo. Una variegata rassegna di spettacoli in costume, cene a tema, mercatini di artigianato, musica celtica, araba, scozzese, cimenti e competizioni d'epoca, che ogni estate festeggia nella maniera più appropriata la riconquista di Finalborgo da parte del marchese Giovanni Del Carretto, che nel 1450 sconfisse la potente Repubblica di Genova in una epica battaglia durata, pare, un solo giorno e regalò al paese oltre un secolo di benessere, grazia alla illuminata amministrazione della sua famiglia. Giunta alla ventesima edizione, la manifestazione organizzata dal Centro Storico del Finale ha ricevuto nel 2006 anche un premio della Presidenza della Repubblica per la ricchezza e la verosimiglianza dei suoi allestimenti, realizzati con la collaborazione di centinaia di figuranti, attori in arrivo da tutta Europa, degli stessi residenti di Finalborgo e in particolare di una celebre compagnia di artisti portoghesi, la Viv'Arte di Oliveira do Bairro, che ogni anno partecipa all'appuntamento con grande dispiegamento di forze. Fino a domenica 26 agosto, il Viaggio nel Medioevo di Finalborgo proporrà quattro serate di grande impatto, che avranno come obiettivo quello di far rivivere la gloriosa storia del Finalese per insegnarla alle nuove generazioni e ai tanti turisti in vacanza in Riviera.

«L'impresa del marchese Del Carretto è raccontata nel dettaglio nel tomo Bellum Finariensi del cronista storico Gian Mario Filelfo – spiega Roberta Firpo della associazione Centro Storico del Finale – Un libro che è stato per noi una grande fonte di ispirazione nella creazione dell'allestimento, ma anche un ammonimento a non deviare più di tanto il “cammino” della festa dalla ricostruzione dei fatti realmente accaduti, perché nel nostro Viaggio nel Medioevo (o anche Viagem Medieval, nella lingua originale dell'epoca) l'aspetto culturale e quindi filologico deve prevalere su quelli eventualmente legati al folklore e all'intrattenimento».

La chiave quasi documentaristica della manifestazione, organizzata col patrocinio dell'assessorato allo sport e tempo libero della Regione, permetterà comunque di assistere a spettacoli decisamente emozionanti come le cosiddette giostre di spada, in cui due o più cavalieri si affronteranno con le armi in pugno per conquistare i favori di belle fanciulle. Saranno inoltre ricreate le Vie del Mercato e delle Taverne, per assaggiare cibi e vini prelibati in arrivo anche da molto lontano, mentre nella Piazza dei Portoghesi si potranno ascoltare intorno al fuoco le storie di soldati, mercenari, marinai, mercanti giunti da ogni angolo del continente. Di indubbio fascino anche la Tenda del Deserto che, insieme a degustazioni di tè alla menta, offrirà le conturbanti esibizioni di splendide odalische.

Le serate saranno proposte con ingresso a offerta libera e inizieranno intorno alle 19 con l'apertura della Locanda dei Cavalieri, dove si potrà cenare con gli autentici “servizi” del Medioevo al posto dei tradizionali menu moderni. Ogni portata sarà servita in un “desco” di pane commestibile e accompagnata da vini, birre e altre bevande, serviti nelle caratteristiche coppe. Alle 20.30 si terrà il corteggio di apertura, con grande sventolio di bandiere, stendardi, drappi, al quale seguirà alle 21 in piazza Santa Caterina (con posti a sedere) uno spettacolo di musica e animazione a tema. Per tutto il borgo sarà anche possibile assistere a piccole ma curatissime rappresentazioni dedicate alla presentazione degli antichi mestieri, le torture medievali, le macchine da guerra, con un continuo proliferare di acrobati, giullari, falconieri, musici, indovini. Il programma completo delle quattro serate della manifestazione è disponibile sul sito www.centrostoricofinale.it.

Marco Vallarino
posta @ marcovallarino.it

Nessun commento: