Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

giovedì 6 settembre 2012

L'onda di Settimio Benedusi alle Vele d'Epoca di Imperia

[Il Secolo XIX 6/09/2012]

Imperia. Un'onda fotografata come una diva delle passerelle, con tanto di flash e riflettori. Questo il tema della particolare installazione che Settimio Benedusi ha presentato ieri sera alla Marina di Porto Maurizio, nell'ambito della rassegna delle Vele d'Epoca 2012. Alle 21.30 alla Palazzina Liberty si è alzato il sipario su un'opera di cui si discuteva già da mesi, un omaggio dell'acclamato fotografo di moda all'elemento che più caratterizza la città di Imperia e il suo paesaggio da cartolina: il mare.

Realizzata lo scorso 14 luglio tra gli scogli del Moletto della Marina, in un weekend particolarmente ventoso e quindi ideale per uno scatto del genere, la fotografia è stata esposta in grande stile, stampata su un pannello di alluminio delle considerevoli dimensioni di tre metri per due, nel caratteristico formato dei cartelloni pubblicitari.

Per rendere ancora più calzante (oltre che estraniante) l'esperienza visiva, Benedusi ha fatto inserire il pannello all'interno di un impenetrabile (dalla luce) cubo nero, per isolarlo completamente dal chiassoso scenario della Palazzina Liberty e mettere lo spettatore a tu per tu con una delle più terrificanti e affascinanti forze della natura.

«In tempi in cui tutto tende a essere fashion e a volte anche kitsch – dice Settimio Benedusi – ho voluto realizzare qualcosa di semplice e pulito, idoneo al tema primordiale e in cui il contenitore cerchi di valorizzare il contenuto, anziché se stesso». L'installazione di Benedusi è stata inoltre impreziosita dalla presentazione di un video sul mare, girato nello stesso weekend in cui è stata scattata la foto dell'onda, che in queste sera verrà ciclicamente proiettato su una delle pareti esterne della Palazzina.

Venerdì e sabato pomeriggio, il fotografo sarà anche impegnato a dirigere dalle 15 alle 17 un workshop gratuito di fotografia, allestito presso Villa Faravelli e riservato ai bambini delle scuole medie della città. Un modo per stimolare la creatività dei più piccoli e metterli a contatto con un popolare personaggio del mondo della comunicazione, che ha saputo trasformare la passione per l'immagine in un lavoro di successo.

La mostra sarà visitabile fino a domenica, dalle 18 alle 23 con ingresso libero, alla presenza di Benedusi, che in occasione delle Vele d'Epoca ha organizzato e preso parte a questo evento in un atto d'amore verso la sua città.

«Sono nato e cresciuto qui – racconta l'artista, che ha immortalato decine di star sulle copertine dei più importanti rotocalchi e giornali d'Italia. – Imperia è sempre nel mio cuore e, in tempi di crisi in cui è facile mugugnare, ho tentato di dare un segnale di speranza. L'evento si intitola A_Mare proprio perché, nelle difficoltà, è importante ritrovare lo spirito giusto con cui superare gli ostacoli. La stessa presa (fotografica) dell'onda che ho fatto a luglio vuole significare che Imperia è una città dalle enormi potenzialità, che non ha nulla da invidiare a mete turistiche e commerciali attualmente più in voga».

Tra gli altri eventi collaterali delle Vele d'Epoca, anche una mostra allestita “A Passi di Piombo” e dedicata alle fotografie di Francesco e Roberta Rastrelli, che ritraggono una figura ormai in estinzione ma sempre affascinante, quella del palombaro. Ospitata dal Magazzino Parco O. R. di via Scarincio 25, l'esposizione sarà visitabile dalle 10 alle 23 fino a domenica. Sempre alla Marina, negli uffici della Technautica in piazza Giribaldi e Deri si può vedere dalle 18 alle 22 la personale di acquarelli del maestro Giorgio Di Gifico, una selezione di immagini che ha come tema l'eleganza del mare.

Sulla banchina Medaglie d'Oro, nella zona della Spiaggia d'Oro e dei Bagni Mané, si trova invece il Borgo Artigiano, allestito dal consorzio Tesori della Riviera per promuovere la conoscenza dei mestieri della tradizione ligure.

Marco Vallarino

Nessun commento: