Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

sabato 22 giugno 2013

Due occhi per chi non vede, a San Bartolomeo una sfilata benefica di cani targata Lions

[Il Secolo XIX 22/06/2013]

Quattro zampe in bella vista domani a San Bartolomeo, nella manifestazione cinefila allestita presso il piazzale della Torre Saracena, sul lungomare delle Nazioni. Una domenica interamente dedicata a quello che è ritenuto il migliore amico dell'uomo, con l'intento benefico di raccogliere fondi per la onlus Due occhi per chi non vede, che sovrintende il servizio cani guida dei Lions. A partire dalle 11 di mattina sarà possibile iscrivere i propri cani in competizioni che assegneranno nel corso della giornata riconoscimenti di vario tipo, per premiare i quadrupedi più simpatici, più eleganti, più vivaci, più variopinti e così via.

«Abbiamo già un centinaio di iscritti, ma contiamo di arrivare almeno a 120 se non 150 – comunica Anna Carnevale del Lions Diano Marina Golfo, che ha organizzato l'iniziativa insieme ai club omologhi di Alassio Baia del Sole, Andora Valle del Merula, Diano Marina Host – I cani saranno divisi in due categorie di peso (minore e maggiore di dieci chili) e si esibiranno tra le 15.30 e le 16.45 davanti a una giuria interamente composta da bambini. L'iscrizione costa sette euro e comprende vari gadget della azienda di prodotti per cani Trainer, che offrirà anche i premi per i cani vincitori delle varie gare».

Alla manifestazione parteciperà Giovanni Fossati, il presidente del centro di addestramento dei cani guida di Limbiate, istituito a partire dal 1959 con le offerte raccolte tra i soci Lions per donare gratuitamente ai non vedenti scelti nell'ambito del progetto animali in grado di assisterli in ogni loro necessità.

«Proprio lo staff del centro – prosegue Anna Carnevale – chiuderà alle 17.30 la manifestazione con una commovente dimostrazione della sua importante attività, che comincia con l'allevamento del cucciolo, prosegue con l'addestramento del cane ormai adulto e si conclude con la consegna del quadrupede al non vedente, al termine di un corso di affiatamento in cui l'animale e l'uomo hanno modo di conoscersi per imparare a stare insieme».

Marco Vallarino

Nessun commento: