Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

domenica 30 giugno 2013

Miss Muretto compie 60 anni e li festeggia alla grande

[Il Secolo XIX 30/06/2013]

Miss Muretto, sessant'anni e non sentirli! Il concorso di bellezza lanciato nel 1953 da Mario Berrino e Ernest Hemingway festeggerà l'agognato sessantennale nella maniera più adeguata, riportando cioè la città di Alassio al centro della scena, insieme alle ragazze che sfileranno per le vie e le piazze della città per contendersi lo scettro di regina dell'estate in Riviera. Ora che l'alassina Beatrice Bertolino, vincitrice del 2012, ha riportato a casa la corona dopo 41 anni di attesa, l'organizzazione della kermesse, nelle mani del nipote di Berrino, Francesco Di Biase, ha deciso di tornare agli antichi fasti delle prime edizioni, quando a concorrere per il titolo erano le ragazze della città, piuttosto che bellezze scelte in giro per l'Italia con provini allestiti in tutta la penisola.

«L'obiettivo è di uscire da una logica improntata soprattutto sulla competizione, per allestire quello che sarà innanzi tutto un grande spettacolo, destinato a coinvolgere tutta Alassio – racconta Di Biase – Il sito di Miss Muretto rimarrà il principale riferimento per le ragazze che vorranno partecipare al concorso, ma il primo weekend di luglio terremo un casting in città, in un luogo ancora da stabilire, che sarà l'unica selezione in cui le aspiranti miss potranno presentarsi dal vivo».

Le finali si svolgeranno invece il primo fine settimana di agosto (dall'1 al 4) e, anche in questo caso, la gran parte degli eventi collaterali della manifestazione, sarà dedicata alla promozione del territorio e delle sue eccellenze, con il coinvolgimento di numerose associazioni cittadine, oltre che della amministrazione. L'intenzione dovrebbe essere quella di prediligere la promozione del Muretto di Alassio, e di tutto ciò che lo circonda, a quella delle miss che ci sfileranno accanto.

«Stiamo lavorando a un cambiamento che possa durare nel tempo, attraverso un mix di tradizione e innovazione – conclude Francesco Di Biase – Vogliamo trasformare Miss Muretto in una festa per tutta la città e le ragazze che partecipano, non solo per chi vince. Sarà un progetto partecipativo fortemente radicato nel territorio, teso a portare gente in città per quella che sarà la più grande festa dell'estate».

Marco Vallarino

Nessun commento: