Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

domenica 13 ottobre 2013

Eugenio Ripepi e Goran Salih canteranno insieme per la pace nel mondo

[Il Secolo XIX 13/10/2013]


Una canzone per la pace cantata in italiano e curdo per avvicinare due popoli che, a dispetto delle apparenze, hanno molte cose in comune. Protagonista di questo bel progetto artistico, che vedrà la luce nei prossimi mesi, Eugenio Ripepi, cantautore reggino che dal 2003 vive e lavora a Imperia, a stretto contatto con la realtà universitaria del Dams, dove si è laureato con una tesi su Fabrizio De André. 

Dopo aver conosciuto, tramite un comune amico, la stella della canzone curda Goran Salih, Ripepi ha iniziato a pianificare con lui una possibile collaborazione, per via delle affinità creative riscontrate su temi di grande interesse per la musica come l'amore, l'amicizia e appunto la pace nel mondo. In occasione della sua recente tournée europea, che lo ha visto esibirsi a Roma e Venezia, oltre che a Monaco di Baviera, Goran Salih ha raggiunto Eugenio a Imperia per parlare di persona di come portare avanti la stesura di un brano da cantare insieme. 

Molto colpito dalla bellezza dei paesaggi del ponente ligure, e dalla tranquillità di Oneglia e Porto Maurizio rispetto al caos delle metropoli dove gira di solito, Goran si è fermato in città più del previsto e alla fine ha invitato Ripepi a partecipare a marzo al festival internazionale di cantanti emergenti che si terrà in Kurdistan. «In quella occasione – racconta Goran Salih, la cui pagina Facebook conta oltre 70.000 fan – potremo anche registrare la nostra canzone presso lo studio che di solito produce i miei album». 

Una particolarità del progetto sarà che i due artisti canteranno anche un brano nella lingua dell'altro. Eugenio Ripepi quindi si esibirà in curdo e Goran Salih in italiano. «Nelle settimane che ho trascorso in Italia – prosegue Salih – ho cercato di iniziare a prendere dimestichezza con la vostra lingua, ma soprattutto ho scoperto dei bellissimi posti e un'atmosfera magica, che mi hanno fatto capire perché molta gente del Kurdistan viene a vivere in questo paese. La canzone per la pace che scriveremo e canteremo Eugenio e io spero possa essere un bello spunto per consolidare una amicizia tra due popoli che possono stare molto bene insieme».

Marco Vallarino

Nessun commento: