Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

giovedì 7 novembre 2013

Le U. B. Dolls in concerto alla Talpa e l'orologio di Imperia

[Il Secolo XIX 7/11/2013]


Si chiamano U. B. Dolls, ma sono tutt'altro che bambole da pettinare le quattro “ragazzacce” che sabato sera si esibiranno sul palco della Talpa e l'orologio a Imperia. Alle 22 il centro sociale di Barcheto, alla periferia di Oneglia, darà il via a una serata a tutto rock che avrà come clou il concerto dell'affiatato quartetto padovano. Una squadra di guastafeste tutta al femminile che, in un ambiente tendenzialmente maschilista come quello del live, ha fatto in pochi anni molta strada. Portando avanti un caratteristico sound autoctono dagli echi vintage, con testi in italiano e arrangiamenti originali, le U. B. Dolls hanno suonato in Francia, Germania, Austria, Olanda e Belgio, oltre che in tutta Italia, dove hanno spesso condiviso il palco con Hormonauts, Bluebeaters, Meteors. 

Nel 2012 il loro successo è stato consacrato dalla uscita del primo disco, dall'eloquente titolo “Tornado”, prodotto dalla Go Down Records e impreziosito dalle collaborazioni sonore con Andy MacFarlane e Sandro Battistini. Gli stessi nomi con cui le ragazze si presentano al pubblico sono significativi e farebbero invidia alle protagoniste di un film di Tarantino o Rodriguez. Alla voce, con cembalo e maracas, c'è Cantarella Nanà, al contrabbasso Rambo Lulù, alla chitarra Jeky Kalashnikov, alla batteria Barracuda Betz. Quattro personaggi irriverenti e iconoclasti, riuniti in una band che non ha niente a che vedere con la ricerca del principe azzurro, ma il cui scopo è trascinare il pubblico in altri tempi e altri mondi, in cui l'unica cosa che conta è il rock. 

A fare da apripista allo show delle U. B. Dolls penseranno i Maneras, emergente rock band cittadina, che a maggio si è fatta notare per la pubblicazione su YouTube del cliccatissimo videoclip “Weeps and Idiocies”. Francesco Strafforello alla voce, Giuseppe Manera alla batteria, Paolo Cambiaso alla chitarra, Marco Fiscella al basso daranno vita a un live nel segno del loro particolare genere musicale, definito come un “alternative new wave comfortably acid”. 

La stagione musicale del centro sociale di Barcheto proseguirà poi il 23 novembre con il triplo live di Cgb, Contrasto, Minoranza di uno.

Marco Vallarino

Nessun commento: