Il diario della vita in Riviera (a cura di Marco Vallarino)

domenica 20 luglio 2014

Villa Faraldi, gran finale del Festival con Alexandra Zabala e Etnotango

[Il Secolo XIX 20/07/2014]


Gran finale per il trentunesimo Festival Internazionale di Villa Faraldi. La manifestazione, fiore all'occhiello dell'offerta di intrattenimento culturale del paesino dell'entroterra del golfo dianese, quest'estate ha portato in scena, a partire dallo scorso 10 luglio, un calendario particolarmente variegato di appuntamenti.

Attraverso la musica (dalla classica al rock, dalla lirica al jazz), il teatro, la danza, l'arte circense, la prosa, i sapori delle degustazioni allestite in giro per le cantine, la rassegna ha approntato un mosaico di emozioni dalle tinte diverse per guardare con occhi curiosi il “mondo di sopra”, ovvero il luogo ideale di sogno e fantasia costruito dalla creatività, dall'inventiva e dall'arte.

Stasera dalle 21.30 nella frazione di Riva Faraldi andrà in scena una doppia esibizione di canto e ballo, offerta con ingresso libero e destinata a lasciare il pubblico a bocca aperta. La prima parte dell'evento, intitolata Casta diva, sarà appannaggio del soprano colombiano Alexandra Zabala. Con la sua splendida voce, l'acclamata solista di fama internazionale dipingerà i tratti opalescenti delle più celebri arie d'opera dedicate al tema della luna. Ad affiancarla nell'esibizione, che proporrà brani di Bellini, Verdi, Puccini, ci saranno i talenti dell'ensemble Alchimea, con Bati Bertolio alla fisarmonica, Walter Matacena al violino, Sara Terzano all'arpa, Roberto Mattea alle percussioni. 

Alle 23.30 lo spettacolo organizzato in collaborazione con Etnotango porterà in scena Fuoco e tango, performance di tango con musica dal vivo che ricolorerà il tema lunare del concerto classico con le tinte rosso fuoco dei caratteristici ritmi sudamericani. Nel centro storico del paese si potrà invece visitare la mostra di vele tematiche dipinte en plein air da Gabriella Goransson e Gabriele Poli.

Marco Vallarino 

Nessun commento: